DROPLET-BORN AIR BLOWING – LA TECNICA DI PRODUZIONE DEI PATCH FACTOR SKIN 53

DROPLET-BORN AIR BLOWING – LA TECNICA DI PRODUZIONE DEI PATCH FACTOR SKIN 53

Cosa sono le microstrutture biodegradabili?

La tecnologia microstrutturale biodegradabile rappresenta un sistema avanzato di somministrazione transdermica. Le microstrutture biodegradabili sono combinazioni di materiali che consentono di dissolvere gli ingredienti attivi all’interno dell'organismo, favorendone poi la solidificazione sotto forma di microstruttura. Questi materiali penetrano fisicamente attraverso lo strato corneo, lo strato più esterno dell’epidermide, e liberano efficacemente nelle pelle i principi attivi, dando origine a cambiamenti molto significativi.

La microstruttura dei PATCH di FACTOR SKIN 53 è formata da EFG, che le conferiscono un notevole effetto anti-invecchiamento e, come materiale principale, dall’agente idratante per eccellenza: l’acido ialuronico. La microstruttura si dissolve interamente e viene successivamente assorbita dalla pelle trattata.

Vantaggi applicativi delle microstrutture biodegradabili

Esistono numerosi vantaggi applicativi per la somministrazione transdermica di prodotti attraverso microstrutture biodegradabili, tra i quali i seguenti:

-        È molto meno dolorosa rispetto all’iniezione tipica attraverso un ago: le microstrutture solide sono efficaci per creare piccoli fori nella pelle ideali per permettere che essa assorba i principi attivi.

-        Si somministrano direttamente i principi attivi nella pelle: queste microstrutture ricoperte si applicano per un tempo specifico, consentendo alla pelle di assorbire i principi attivi prima di eliminarle.

-        Si mescolano sostanze polimeriche con principi attivi per creare microstrutture che si dissolvono naturalmente dopo la somministrazione dei principi attivi nella pelle.

Quali sono le tecniche di produzione delle microstrutture esistenti?

Esistono numerose tecniche utilizzate nella produzione di microstrutture di dissolvimento in fase di sviluppo in tutto il mondo, come ad es. il micromolding, la drawing lithography e il droplet-born air blowing (DAB). Tutte presentano vantaggi e svantaggi e vengono migliorate costantemente per massimizzarne l’efficacia. Alcune di queste tecniche sono sottoposte a studi clinici e test preclinici mentre altre sono già in uso in prodotti attualmente sul mercato.

Il metodo convenzionale di produzione di questo genere di microstrutture, il micromolding, spesso crea un microago imperfetto a causa della viscosità dei materiali. La tecnica innovativa su cui si basano i PATCH FACTOR SKIN 53 è la DAB: un metodo tecnologico riconosciuto a livello internazionale che impiega la quantità di polimero necessaria alla formazione di una microstruttura perfetta, con una dimensione di un quarto di capello e a forma di goccia appuntita, senza alcuna perdita o deformazione dei principi attivi.

Per visualizzare il video del processo produttivo di queste microstrutture attraverso la DAB, clicca qui

Il processo è stato sviluppato per ridurre il tempo di produzione della microstruttura, consentendo condizioni di fabbricazione non aggressive e senza utilizzare raggi UV o calore. Il principale vantaggio di tale tecnica è la capacità di applicare la quantità desiderata di goccia di polimero nel punto esatto per costituire una sola goccia in una sola microstruttura, utilizzando una soffiatura di aria controllata. Questo consente la fabbricazione di microstrutture in pochi minuti, senza perdita di principi attivi sensibili al calore o ai raggi ultravioletti.

Nell’ambito di uno studio rrealizzato presso il George Institute of Technology di Atlanta è stato dimostrato che le diverse caratteristiche dei microaghi del patch (lunghezza, elasticità del materiale e spessore) sono ottimali per assicurare la penetrazione transdermica dei principi attivi ed evitare che il microago si rompa, come succede in molte altre tecniche. Inoltre, sono stati svolti diversi test per determinare i parametri ottimali per la produzione della matrice microstrutturale, arrivando alla conclusione che il modello più adeguato consiste in microaghi conici, composti da polimeri biodegradabili.

Quale tecnica di produzione delle microstrutture è più conveniente?

La tecnica DAB offre condizioni di produzione non aggressive, senza calore né radiazioni UV. Inoltre, la produzione mediante tale tecnica consente di caricare i principi attivi nel microago senza perdite e fornisce una dose precisa, controllando il volume di ogni goccia e la relativa concentrazione. Con la DAB, il microago biodegradabile può essere prodotto in 10 minuti, il che garantisce ulteriori benefici rispetto ai costi di produzione e mantenimento dell’attività dei principi attivi.

Senza ombra di dubbio, la DAB è la tecnica ottimizzata più innovativa per la fabbricazione di microstrutture biodegradabili e provoca un impatto minimo sulla nostra pelle, offrendo il massimo beneficio dei principi attivi. Prova i PATCH di FACTOR SKIN 53 basati su questa tecnica innovativa e comincia a sperimentarne i sorprendenti benefici.

Posted on 2018-10-25 0 2562

Leave a CommentLeave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Blog archives

Blog categories

Latest Comments

No comments

Blog search

Prev
Next

No products

To be determined Shipping
0,00 € Total

Check out

DÉJANOS TU NÚMERO Y TE LLAMAMOS